Birra Kolsch: stile di una birra tedesca ad alta fermentazione

Originaria della Colonia, la birra Kolsch si presenta ambrata, con una gradazione alcolica media (4.4% – 5.2%) ed un sapore deliziosamente fruttato.

Pur essendo una birra molto semplice nel gusto e nell’aspetto, la birra Kolsch risulta ben difficile da replicare. Questo soprattutto perché, nonostante gli ingredienti siano standard, il risultato restituisce una birra secca e molto beverina. Il difficile, infatti, sta proprio nel non cadere nella produzione di aromi indesiderati.

La caratteristica principale di questa birra è la sua alta fermentazione. Le birre ad alta fermentazione sono ottenute mediante l’utilizzo di lieviti Saccharomyces cerevisiae. La temperatura di fermentazione si trova tra i 12 e i 23 gradi (nel caso della birra Kolsch la fermentazione è ideale a 13 gradi) e, una volta che i lieviti si saranno esauriti, saliranno verso la parte alta del fermentatore. Una birra ottenuta mediante l’alta fermentazione ha la caratteristica di restituire all’olfatto e in parte anche al gusto la percezione di aromi fruttati quali banana, albicocca, pesca e altri, proprio come la Kolsch. Il suo sapore fruttato è per l’appunto indice della sua alta fermentazione.

Gli ingredienti principali di questa birra sono l’acqua, i lieviti responsabili dell’alta fermentazione, il luppolo e il malto d’orzo. La birra Kolsch si presenta perfetta se servita con antipasti, primi piatti e carni bianche. La temperatura ideale a cui andrebbe servita si aggira intorno ai 6 – 9 gradi.

Birra Kolsch: una birra prettamente femminile

Proprio grazie al suo sapore delicato e alla sua gradazione alcolica non troppo aggressiva, la birra Kolsch si presenta molto più amata dalle donne rispetto che dagli uomini.

In Colonia, il 75% delle donne dice di essere consumatrice regolare, mentre il 20% ne è addirittura consumatrice quotidiana.

Kolsch-style

Data la sua semplicità e al tempo stesso complessità nella replicazione, ogni industria di birra di Colonia ha una propria versione della Kolsch. Si tratta di un vero e proprio “Kolsch-style” che esce anche al di fuori della Germania, finendo negli Stati Uniti e anche in Giappone.

Se invece andiamo alla ricerca di una versione più “grezza” della birra Kolsch incontriamo la Weiss, la sua versione torbida e non filtrata.

La versione “all grain”

Nel linguaggio comune ai veri appassionati di birra, si tratta di un metodo di produzione prettamente domestico. Un modo originale di dire “fai da te”. La birra Kolsch all grain, difatti, prevede l’utilizzo dei grani di malto al posto del classico barattolo di estratto concentrato.

Ma come si produce? Per una produzione totale di 23 litri di birra Kolsch, al posto dell’utilizzo di 2kg di estratto in polvere light e 1kg di estratto in polvere Wheat, si consiglia di utilizzare 4 kg di malto Pilsner e 0,5 kg di malto Wheat.

Macchine del caffè espresso Automatiche: Guida alla scelta

Una macchina per il caffè automatica è un’apparecchiatura che utilizza un processo completamente automatizzato per preparare il caffè. Queste macchine per il caffè sono dotate di un sistema di macinazione, un meccanismo di dosaggio e di erogazione dell’acqua calda e una camera per il caffè macinato o le cialde di caffè.

Una volta impostate le preferenze, la macchina preparerà il caffè in modo completamente automatico senza bisogno dell’intervento dell’utente. Ciò significa che non è necessario misurare manualmente la quantità di caffè o acqua, né preparare la macchina per ogni uso.

Questo tipo di macchine per il caffè sono ideali per le persone che desiderano un caffè veloce e di alta qualità a casa o in ufficio senza dover perdere tempo nella preparazione manuale.

Quanti tipi di macchine da caffè automatiche esistono?

Esistono diversi tipi di macchine per il caffè automatiche, ognuna con le proprie caratteristiche e funzionalità. Ecco alcuni dei tipi più comuni:

Macchine per il caffè automatiche a capsule: Queste macchine utilizzano capsule monodose preconfezionate di caffè e offrono un’ampia scelta di gusti. Sono facili da usare e non richiedono molta manutenzione.

Macchine per il caffè automatiche a cialde: Simili alle macchine a capsule, queste utilizzano cialde monodose preconfezionate di caffè. Tuttavia, la scelta dei gusti può essere più limitata rispetto alle macchine a capsule.

Macchine per il caffè automatiche a caraffa: Queste macchine utilizzano il caffè macinato e offrono la possibilità di preparare grandi quantità di caffè in una sola volta. Sono ideali per le famiglie o per gli uffici.

Macchine per il caffè automatiche a filtro: Queste macchine utilizzano il caffè macinato e un filtro per preparare il caffè. Sono facili da usare e offrono la possibilità di preparare grandi quantità di caffè in una sola volta.

Macchine per il caffè automatiche espresso: Queste macchine utilizzano il caffè macinato e sono progettate per preparare l’espresso. Offrono una grande varietà di funzioni, come la possibilità di personalizzare la quantità di caffè e la pressione dell’acqua per una preparazione perfetta.

Questi sono solo alcuni dei tipi di macchine per il caffè automatiche disponibili sul mercato. La scelta dipende dalle preferenze personali e dalle esigenze individuali.

Modalità Operativa delle Macchine Automatiche

Andiamo ad approfondire le differenze operative tra le varie macchine del caffé espresso, analizzando le diverse funzioni tra Macchina del caffè Fully Automatic, Semi Automatic e Manuale.

Le macchine per il caffè espresso Fully Automatic, Manuale e Semi-Automatic sono diverse per la loro modalità operativa e per la quantità di controllo che l’utente ha sulla preparazione del caffè. Ecco le principali differenze:

Fully Automatic: Queste macchine per il caffè espresso sono completamente automatiche, il che significa che la macchina gestisce tutte le fasi della preparazione del caffè, dalla macinazione alla distribuzione della polvere di caffè, dalla regolazione della temperatura dell’acqua alla pressione dell’acqua stessa. L’utente deve solo selezionare il tipo di caffè che desidera e la macchina farà tutto il resto.

Manuale: Le macchine per il caffè espresso manuali richiedono un maggiore coinvolgimento dell’utente nella preparazione del caffè. L’utente deve dosare la quantità di caffè, macinarlo, tamperarlo e inserirlo nella portafiltro manualmente. Inoltre, l’utente deve anche gestire manualmente la pressione e la quantità dell’acqua per l’estrazione del caffè.

Semi-Automatic: Le macchine per il caffè espresso semi-automatiche sono un compromesso tra le macchine manuali e quelle completamente automatiche. L’utente deve ancora dosare e tamperare il caffè, ma la macchina si occupa della regolazione della pressione dell’acqua e della temperatura. L’utente può anche impostare manualmente la quantità di caffè e di acqua per personalizzare la preparazione del caffè.

In sintesi, le principali differenze tra le macchine per il caffè espresso Fully Automatic, Manuale e Semi-Automatic sono il grado di coinvolgimento dell’utente nella preparazione del caffè e il livello di controllo dell’utente sulla preparazione stessa.

Tipologie Specifiche

Macchine da caffè superautomatiche dal chicco alla tazza

Quali sono le caratteristiche delle Macchine da caffè superautomatiche dal chicco alla tazza?
Le macchine da caffè superautomatiche dal chicco alla tazza sono macchine per il caffè completamente automatizzate che possono macinare il caffè, dosarlo, tamperarlo, erogarlo e anche latte di schiuma per preparare una varietà di bevande, dal classico caffè espresso alle cappuccino e latte macchiato. Ecco alcune delle caratteristiche comuni delle macchine da caffè superautomatiche:

Macinatura del caffè: Le macchine da caffè superautomatiche sono dotate di un macinacaffè integrato che macina il caffè in modo uniforme e preciso. Inoltre, alcune macchine hanno anche la possibilità di regolare la macinatura in base alle proprie preferenze di gusto.

Dosaggio e tamperatura: Queste macchine sono in grado di dosare la quantità di caffè necessaria per preparare una tazza di caffè e tamperare la polvere di caffè per una pressione uniforme.

Preparazione del caffè: Le macchine da caffè superautomatiche sono in grado di preparare diverse varietà di caffè, tra cui caffè espresso, cappuccino, latte macchiato e altre bevande.

Latte di schiuma: Alcune macchine da caffè superautomatiche sono dotate di un sistema di erogazione del latte integrato che può creare una schiuma di latte cremosa per le bevande a base di latte.

Facilità d’uso: Queste macchine sono progettate per essere molto facili da usare, con pulsanti e schermi intuitivi che consentono di selezionare facilmente il tipo di caffè desiderato.

Facilità di pulizia: Le macchine da caffè superautomatiche di solito hanno un sistema di pulizia automatico che rende la manutenzione facile e veloce.

In generale, le macchine da caffè superautomatiche dal chicco alla tazza offrono un’esperienza di caffè completamente automatizzata che è ideale per chi desidera ottenere una tazza di caffè perfetta con un minimo di sforzo.

Macchine per espresso a vapore

che caratteristiche hanno le Macchine per espresso a vapore?
Le macchine per espresso a vapore sono un tipo di macchine per il caffè espresso che utilizzano il vapore per produrre la pressione necessaria per l’estrazione del caffè. Queste macchine sono solitamente più semplici e meno costose rispetto alle macchine per il caffè espresso a pompa, ma hanno alcune caratteristiche specifiche:

Pressione: Le macchine per espresso a vapore utilizzano il vapore per produrre la pressione necessaria per l’estrazione del caffè. Tuttavia, la pressione generata da queste macchine è generalmente inferiore rispetto a quella prodotta dalle macchine per il caffè espresso a pompa. Ciò può influire sulla qualità e sul sapore del caffè espresso.

Preparazione del latte: Le macchine per espresso a vapore sono in grado di produrre latte di schiuma, ma il processo può richiedere più tempo e abilità rispetto alle macchine per il caffè espresso a pompa. Inoltre, il latte prodotto da queste macchine può essere meno cremoso e uniforme rispetto a quello prodotto dalle macchine per il caffè espresso a pompa.

Controllo della temperatura: Le macchine per espresso a vapore possono essere meno precise nel controllo della temperatura rispetto alle macchine per il caffè espresso a pompa. Ciò può influire sulla qualità del caffè espresso, poiché la temperatura dell’acqua è un fattore critico per l’estrazione del caffè.

Facilità d’uso: Le macchine per espresso a vapore sono generalmente più semplici da usare rispetto alle macchine per il caffè espresso a pompa, ma richiedono un po’ di pratica e di abilità per produrre un caffè espresso di alta qualità.

In sintesi, le macchine per espresso a vapore sono caratterizzate da una pressione generata dal vapore, una maggiore difficoltà nella preparazione del latte, una minore precisione nel controllo della temperatura e una maggiore semplicità d’uso. Tuttavia, la qualità del caffè espresso prodotto da queste macchine può essere inferiore rispetto a quella prodotta dalle macchine per il caffè espresso a pompa.

Quale macchinetta fa il caffè più cremoso?

Ci sono diverse macchinette per il caffè che possono produrre una buona crema. Tuttavia, la crema del caffè dipende anche dalla qualità del caffè che si utilizza e dalla freschezza dei chicchi macinati.

Tra le macchinette per il caffè, le macchine espresso sono considerate le migliori per produrre una crema densa e persistente. Questo perché il processo di estrazione dell’espresso, che coinvolge l’alta pressione e la temperatura dell’acqua, contribuisce a creare la crema.

Tuttavia, tra le macchine per l’espresso, quelle a leva o a pompa manuale sono spesso considerate le migliori per produrre una crema densa e persistente, in quanto l’utente ha il controllo completo sulla pressione e sulla velocità di estrazione.

Inoltre, anche le macchine per il caffè a capsule o a cialde possono produrre una buona crema, ma dipende dalla qualità delle capsule o delle cialde utilizzate.

In sintesi, la macchinetta che produce il caffè più cremoso dipende da diversi fattori, come la qualità del caffè, il tipo di macchina per il caffè e la tecnica di estrazione.

NeroRistretto: le capsule compatibili per veri amanti del caffè

A colazione, durante una pausa a lavoro, dopo pranzo, a casa oppure in compagnia: ogni scusa è buona per gustare un buon caffè.

Dalla classica moka, l’industria del caffè si è evoluta in particolare con le macchine del caffè a capsule, che sono sempre più utilizzate sia nelle case che negli uffici.

Se non puoi fare a meno del caffè, si tratta di una soluzione con cui prepararlo in modo comodo, veloce e soprattutto con risultati davvero ottimi, molto simili al classico espresso del bar. Tuttavia, per ottenere questo risultato bisogna scegliere le capsule giuste, che ti garantiscano un caffè buono e cremoso e, perchè no, anche un buon rapporto qualità-prezzo.

Se sei un vero amante del caffè, le capsule di caffè NeroRistretto (compatibili con i principali sistemi: Nespresso®, Dolce Gusto®, A Modo MIo®, Espresso Point®)sono sicuramente da provare: scopriamo insieme le principali varietà.

Ristretto

Se ti piace il caffè forte e corposo, proprio come quello che si fa a Napoli, ti consigliamo le capsule compatibili Ristretto.

Cosa caratterizza questo tipo di miscela? Sicuramente la tostatura, fine e scura, che risulta perfetta per esaltare il gusto dei chicchi e realizzare il caffè ristretto.

I caffè arabica che sono stati scelti per creare questa bevanda dal gusto rotondo – provenienti dall’Africa, dall’Asia e dal Sud America – sono tostati in modo delicato e miscelati a freddo per potenziare l’aroma delle due varietà di chicco.

Il mix di questo caffè (10% Arabica e 90% Robusta) ti regalerà delle note legnose con sentori di cacao e biscotto: un aroma imperdibile!

Fortissimo

Vuoi osare ancora di più? Prova Fortissimo, la miscela per chi ama i caffè vellutati dal sapore estremamente deciso.

I chicchi, in proporzione 50% Arabica e 50% Robusta, provengono dalle migliori varietà di caffè presenti in Africa, in Asia e in America Centrale. Questa selezione delle materie prime ti consente di assaporare una bevanda dai delicati sentori di cereali tostati e caramello.

I chicchi impiegati per la preparazione vengono tostati separatamente: una parte riceve una tostatura più complessa per accentuare la nota aromatica del caffè, la restante parte viene sottoposta a un processo più delicato, che dona equilibrio alla bevanda.

Espresso Bar

Ideale da gustare in tazza piccola, Espresso Bar è la tipologia che ti consigliamo se desideri provare un caffè dalle note di agrumi e cereali.

Da dove viene il buono di questa bevanda così aromatica? Per realizzare questa miscela, sono state selezionate le varietà di caffè africane e centro-americane con un elevato sentore fruttato.

La proporzione scelta per questo caffè è 70% Arabica e 30% Robusta, il mix perfetto per ottenere il gusto rotondo e il sapore ricco tipico del caffè italiano.

Inoltre, la miscela Espresso Bar risulta molto equilibrata. Perché? I chicchi sono stati tostati in modo delicato, così da esaltare gli aromi senza rendere il gusto del caffè troppo deciso.

Come per le altre tipologie di miscele, anche in questo caso le varietà di caffè vengono tostate in modo separato per consentire ai chicchi di sprigionare il retrogusto acidulo e di mantenere, allo stesso tempo, un’elevata cremosità.

Puro Arabica

Il tuo caffè preferito è l’espresso lungo? Probabilmente Puro Arabica ti conquisterà!

Il gusto inconfondibile presenta una nota acidula, ma resta vellutato e – perciò – ti consente di assaporare note floreali e fruttate, presenti solo nelle più prestigiose varietà di caffè arabica.

Questa è una vera e propria miscela gourmet, perché sono stati scelti solo chicchi 100% Arabica dei migliori produttori di caffè dell’Africa e del Centro America.

La tostatura di Puro Arabica viene realizzata in un’unica operazione a media intensità. Cosa ti garantisce questo procedimento? Gusterai un caffè cremoso, dai sentori fruttati e floreali e dall’aroma estremamente delicato.

Perché scegliere le capsule compatibili NeroRistretto? Il mix di ingredienti utilizzato per realizzare queste miscele ti consentirà di gustare tutto il buono del caffè, ma anche di variare i gusti della tua bevanda preferita a un prezzo estremamente competitivo.

Indian Pale Ale, tradizione e cenni storici

La birra Indian Pale Ale anche detta in acronimo IPA è una birra ad alta fermentazione, Ale appunto, che viene prodotta con Malto Chiaro(Pale) con grossa presenza di luppoli.

Ale sta a dire ad alta fermentazione dunque. Durante le fasi di produzione, c’è il momento in cui viene aggiunto il lievito, che fa sì che la birra diventi alcolica, questo determina la differenza tra Lager ad esempio ed Ale, Bassa e Alta fermentazione.

Il termine Pale invece indica il tipo di Malto, in questo caso chiaro e poco tostato. Il malto meno tostato solitamente determina una birra dal colore molto chiaro. Più il malto è tostato più la birra cambia colore ed ha un sapore più intenso e più persistente.

Le Indian Pale Ale sono notoriamente originarie del Regno Unito e vengono prodotte con luppolo del luogo. Nel tempo dalle IPA si è passati dall’importazione da parte degli USA a produzione di Pale Ale diretta negli Stati Uniti, e quindi si è arrivati alla produzione di APA, American Pale Ale che si differenzia dalla IPA proprio per i luoghi di produzione, nonché di scelta di luppoli coltivati direttamente negli USA.

Questo processo produttivo effettuato negli Stati Uniti differenzia molto le APA dalle IPA e anche dalle American IPA, perché il malto ed il luppolo vengono dosati in modo diverso.

Cenni storici sulla Indian Pale Ale

L’India è stata una colonia inglese per molto, fino ad una completa decolonializzazione avvenuta, di fatto, soltanto nel 1947.
Alla fine del Diciottesimo Secolo e gli inglesi presenti in India avevano una grande nostalgia della birra.

Per questo la George Hodgson’s Bow Brewery, piccola birreria con sede sui Docks di Londra, iniziò a produrre una ale più alcolica e più luppolata, che aveva una maggiore resistenza durante i viaggi lunghi: si tratta del primo prototipo di birra Indian Pale Ale. Nel tempo le IPA sono state rielaborate e reinterpretate a seconda della provenienza dei luppoli e dei processi produttivi della birra nello specifico: Si parla quindi di American Pale Ale, a IPA Americana, a Scottish Pale Ale a IPA Italiana.

Come abbinamento organolettico le IPA vanno abbinate a gusti non particolarmente piccanti, avendo di fatto un sapore fortemente amarognolo. Quindi per chi ama l’abbinato pizza birra, gli ingredienti che decidi di scegliere nella pizza determinano la scelta della birra da abbinare. In questo caso una pizza dal gusto delicato si accompagna molto bene con una Indian Pale Ale, dal caratteristico gusto amaro acuto.

Saper scegliere una IPA con cura non è un compito facile, per questo tantissime sono le possibilità di scelta offerte da molti e-commerce di birra online.

Scegli le birre Indian Pale Ale, consultando le sezioni specifiche di 1001Birre ad esempio, ma anche di altri ecommerce della birra come beermania oppure bevandeadomicilio.com

E tu, ami la Indian Pale Ale od hai un’altra tipologia di birra preferita?

Food e marketing, perché oggi è importante per un ristoratore affidarsi ad un esperto di comunicazione

La concorrenza, soprattutto nel settore della ristorazione, è oggigiorno sempre più spietata; per farvi fronte, una soluzione vincente che può essere messa in atto consiste nell’affidarsi a un esperto in ambito di comunicazione. Il lavoro svolto da questa figura professionale permetterà infatti di ottenere numerosi benefici, lavorando sull’immagine del brand anche sul web.

Aumentando la visibilità del locale online e il traffico giornaliero su sito e profili social, si otterrà col tempo un incremento degli affari. Anche la creazione di un blog è un modo per fornire ai clienti un valore, attraverso l’offerta di informazioni e curiosità legati alla propria cucina; un lavoro che può dare buoni risultati ma che non si può improvvisare. Anche in questo caso serve la presenza di un professionista del settore, un freelance copywriter magari, che lavorerà a stretto contatto con l’esperto di comunicazione.

Esperto in comunicazione: chi è e che cosa fa

L’esperto di comunicazione è una figura professionale che fa da ponte di collegamento tra l’azienda che rappresenta e i clienti potenziali, affinché questi ultimi non solo conoscano l’esistenza di una certa realtà ma siano anche invogliati ad acquistare quanto mette in vendita.
Il suo obiettivo è dunque quello di elaborare una strategia volta a promuovere il lavoro dell’impresa, esaltandone i punti forte e creando campagne pubblicitarie specializzate che si differenzino per estro e creatività da quelle messe in atto dai competitor.

I diversi ruoli che può assumere un esperto in comunicazione

Gli esperti in comunicazione non sono tutti uguali.
Riferendoci in particolare al settore della ristorazione, a seconda delle loro capacità e del servizio che rendono al titolare che li ha assunti, ci sono diverse figure cui rivolgersi:

  • Esperti di social media marketing, che si occupano di gestire l’immagine aziendale a livello dei più noti canali social, mediante la creazione di contenuti mirati a raggiungere un determinato target di individui;
  • Food photographers, che presentano visivamente ovvero tramite immagini in alta qualità e ottima resa grafica i piatti venduti nel locale, per valorizzarli e renderli immediatamente impattanti agli occhi dei consumatori. Le foto in questione possono essere pubblicate sui profili social del ristorante oppure sul suo blog, se ne possiede uno; in alternativa, possono venir stampate per fare da corredo ai volantini pubblicitari;
  • Food storytellers, che scindono un piatto dalla sua connotazione fisica e materiale e lo elevano a protagonista di una vera e propria storia, tramite cui ne vengono narrati tutti gli aspetti caratteristici quali le origini, il legame con il territorio, le particolarità che lo rendono innovativo. Il consumatore verrà così coinvolto da un punto di vista umano ed emotivo, e verrà generata in lui non solo una fervida curiosità per il prodotto in questione, bensì anche un maggior senso di fiducia verso il locale stesso.

Un esperto in comunicazione può essere in grado di ricoprire tutti questi ruoli da solo oppure lavorare in sinergia con altri colleghi.

La strategia da applicare

Nell’ individuare la strategia che meglio si adatti alle esigenze del ristorante, l’imprenditore avrà un ruolo chiave lavorando insieme al professionista della comunicazione. Per esempio, si può valutare di aprire un blog, che ha un duplice scopo: indicizzare i testi per aumentare il traffico sul sito e allo stesso tempo dare autorevolezza al brand. Per la realizzazione dei testi bisogna rivolgersi a un copywriter, ovvero un professionista nell’ambito della scrittura che crei contenuti secondo un piano editoriale ben preciso, con argomenti che possono andare dal food storyteller alle news in campo alimentare.

Food marketing: foto e video

Per promuovere un locale, come per qualsiasi altra attività, si sfruttano oggi principalmente due canali: immagini e video.

Che ormai i piatti siano quasi più fotografati che mangiati è sotto agli occhi di tutti. I ristoratori sono i primi che devono sfruttare questo filone, con immagini professionali ben fatte e ben valorizzate. Il web è talmente stracolmo di foto di ricette che bisogna trovare il modo si colpire l’attenzione con qualcosa di unico.  

Stesso discorso vale per i video, che ormai stanno diventando lo strumento primario nei social. I video legati alla cucina sono molto apprezzati; in questo caso la difficoltà non è trovare un pubblico, ma distinguersi dalla massa. E’ qui che il professionista della comunicazione dovrà mettere in campo le proprie capacità e la propria creatività.

Dove Fare Colazione vicino agli scavi di Pompei

Solo il nome profuma di storia antica.
Pompei, l’antica città campana dell’Impero Romano, legata ad una delle catastrofi più importanti della storia d’Italia e forse del mondo.
L’eruzione del Vesuvio, che allora non si sapeva fosse un Vulcano, nel 79 d.C., ha segnato la storia di una di quelle città che forse sarebbe stata una delle più importanti dell’Impero.

Gli scavi di Pompei, che attirano ogni anno centinaia di migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo, è ovviamente il fulcro principale del turismo di questa località.

Ma chi arriva, non può non fare un salto a visitare anche il Santuario della Beata Vergine dei Santo Rosario, meta di pellegrini soprattutto nel periodo del rosario a Maggio.

Un luogo inoltre degno di visita è il famoso lupanare di Pompei, un bordello ante litteram dove i pompeiani e i romani amavano passare spesso il loro tempo, avvezzi com’erano ai piaceri della carne.

Un altro punto da non trascurare è la casa del Fauno, con la statua appunto di un fauno danzante al centro degli ambienti, inclusa all’interno degli scavi antichi di Pompei.

Ultimo ma non ultimo per importanza ovviamente anche l’anfiteatro di Pompei, la più antica costruzione che sia mai stata ritrovata.

Insomma la città vale una visita, non si può non andare a Pompei a respirare la sua storia millenaria.

Se vuoi ulteriori consigli e altri particolari su cosa vedere a Pompei, dai un’occhiata a questa pagina dedicata proprio agli scavi.

Ma anche il palato vuole la sua parte. Ovviamente se intraprendi un viaggio, il tutto parte la mattina da una colazione adeguata a darti la spinta ad iniziare la giornata nel migliore dei modi.

Ma cosa mangiano a Pompei a Colazione?

Nei tempi dell’antica Pompei il tempo era cadenzata da scadenze alimentari simili ad oggi. Si alzavano molto presto, appena faceva giorno, e facevano una colazione abbondante(denominata Lentacolum) con pane, formaggio, miele e frutta secca.

I dolci tipici che si mangiano a Pompei sono gli stessi che si consumano abitualmente nella tradizione napoletana. Sfogliatella(con caffè rigorosamente accompagnata), Babà, Millefoglie, Pastiera, Graffe e Zeppole.

Dove fare colazione a Pompei?

Hermes Café

A pochi metri dal Sito Archeologico di Pompei, con grandi vetrate per ammirare il panorama con affaccio su via Plinio sopra gli scavi, Hermes offre una colazione ricca e sostanziona come da tradizione partenopea.

Bar De Vivo

A Via Roma, tra il santuario della Madonna del Rosario e gli Scavi Archeologici, De Vivo offre dal 1955 una selezione di prodotti dolci napoletani, una morbida pastiera, una calda sfogliatella e caffé, un babà pieno di rhum, torte, caffetteria e cornetti sempre freschi, oltre che gelati.

Esperti cioccolatieri, De Vivo inoltre propone praline e tavolette di cioccolato rigorosamente artigianali.

Campana Bottega Caffé Speciali

Per chi ama il caffè, non si può non passare da Campana, una torrefazione situata a via Sacra, 44, nel cuore di Pompei. Dolci, pasticceria, biscotti artigianali, e cornetti sempre freschi.

E tu, hai già deciso quando passare a Pompei?

Bulletproof Coffee: energia buona per tutta la giornata

Nella comunità Paleo si è parlato molto del bulletproof coffee e delle quantità quasi magiche di energia che può fornire. Ma è davvero tutto ciò che è rotto? Continua a leggere per decidere tu stesso!

Cos’è il bulletproof coffee?

Bulletproof Coffee (BPC) è una miscela di caffè di alta qualità, burro nutrito con erba e olio di trigliceridi a catena media (MCT), miscelati insieme in un frullatore ad alta velocità per emulsionare gli oli e creare un caffè schiumoso che può fornirti energia tutto il giorno e aiutarti a bruciare i grassi.

Può sembrare un po’ strano, ma mettere il burro nel caffè non è così folle in altre parti del mondo. Gli etiopi gustano il burro nel loro caffè da secoli e in Tibet, il tè al burro di yak, o tè tibetano, è una bevanda tradizionale preferita

Perché il bulletproof coffee è così popolare?

I sostenitori del bulletproof coffee affermano che migliora l’energia, l’umore, la produttività e la salute generale. Dicono che sia soddisfacente e uccida la fame molto più del normale caffè tradizionale.

“Il bulletproof coffee è un ottimo modo per assumere grassi sani come prima cosa al mattino”, afferma Kerry Bajaj, Be Well Health Coach presso l’Eleven Eleven Wellness Center di New York City. Avere grassi sani come prima cosa al mattino segnalerà al tuo corpo di bruciare i grassi per produrre energia durante il giorno. Iniziare la giornata con grassi sani fornisce anche energia, fa bene alla funzione cognitiva e può supportare il tuo sistema ormonale.

Il bulletproof coffee è anche un ottimo modo per ottenere calorie e aumentare il metabolismo al mattino se sei una persona che normalmente non fa colazione. La caffeina e la miscela di grassi possono anche darti una sferzata di energia che durerà per ore, e i bevitori di bulletproof coffee affermano anche che non sono nervosi dal bulletproof coffee come alcuni fanno dal caffè normale. Ciò può essere dovuto al fatto che la digestione dei grassi rallenta l’assorbimento della caffeina. (3)

I grassi nel bulletproof coffee sono alcuni dei grassi più sani di cui il nostro corpo ha bisogno e i grassi che la maggior parte degli americani mancano dalla loro dieta. Il burro delle mucche allevate con erba è noto da tempo per essere più sano del bestiame allevato in modo convenzionale perché le mucche allevate con erba forniscono le giuste proporzioni di acidi grassi omega-3 e omega-6.

Anche i trigliceridi a catena media si aggiungono al fascino del bulletproof coffee. Gli MTC sono un tipo speciale di grasso che viene assorbito nel nostro flusso sanguigno e quindi inviato direttamente al fegato per essere utilizzato come energia, invece di essere digerito, assorbito e quindi immagazzinato nelle nostre cellule. Gli MTC sono stati collegati per aiutare a migliorare la composizione corporea, aiutare il corpo a bruciare più calorie rispetto ad altre fonti di grasso e persino aiutare a regolare i livelli di colesterolo.

Ma il bulletproof coffee è davvero una bevanda magica che ti aiuterà a raggiungere i tuoi obiettivi di salute e fitness?
Con tutte le informazioni sui vantaggi là fuori del bulletproof coffee, c’è altrettanto dibattito su quanto possa essere davvero vantaggioso. Alcuni esperti affermano che anche con i benefici per la salute del bulletproof coffee, ci sono altrettante cadute. Quindi, diamo un’occhiata ad altri aspetti della storia.

Per approfondire la preparazione fai da te di un bulletproof coffee, visita il sito della D.ssa Caterina Borraccino Nutrizionista esperta in Paleo Dieta.

Cominciamo con il caffè.

Ti fa bene o ti fa male? Ci sono molte ricerche contrastanti sul caffè. La maggior parte ha più a che fare con la quantità di caffè effettivamente consumata rispetto al caffè stesso, però.

I vantaggi del caffè

Il consumo normale di caffè, che varia da 1 a 3 tazze al giorno, è stato costantemente associato a un minor rischio di:

Diabete
Alzheimer
Parkinson
Molti tipi di cancro, compresi i tumori della mammella, della prostata, del colon e del fegato
Anche il caffè e la caffeina sono ampiamente riconosciuti come potenziatori delle prestazioni e del cervello.
Gli svantaggi del caffè
Il problema con il caffè è quando iniziamo a berne troppo, di solito più di 3 tazze al giorno.

Il consumo eccessivo di caffè è anche associato a:

Maggior rischio di aborto spontaneo
Sonno interrotto
peggioramento dei sintomi della sindrome premestruale
Aumento della pressione sanguigna, anche nelle persone senza ipertensione
Quindi, fintanto che mantieni il consumo di caffè entro una dose sana, ci sono chiari vantaggi. Questa è una vittoria per i bevitori di bulletproof coffee.

Ora, diamo un’occhiata alle calorie

È qui che le cose possono diventare un po’ più complicate. Anche con i benefici dei grassi sani nel bulletproof coffee, ci sono ancora degli svantaggi nell’avere troppi grassi e calorie.

Quindi, non sorprende che quando aggiungi burro e MCT al tuo caffè, aumenti le calorie. La ricetta suggerita per 2 tazze (470 ml) di caffè, 2 cucchiai (28 grammi) di burro non salato e nutrito con erba e 1-2 cucchiai (15-30 ml) di olio MCT ammonterà a circa 450 calorie e 52 grammi di grasso. Le quantità di burro e olio MCT possono tuttavia essere ridotte a seconda dell’apporto calorico desiderato, pur fornendo benefici per la salute.

Per quanto riguarda il contenuto di grassi, sappiamo che una quantità moderata di grassi saturi ha molti vantaggi, ma ciò non significa che avere un’intera giornata, o più, in una sola seduta sia l’opzione migliore per la maggior parte delle persone, specialmente quelle che cercano di perdere peso.

Se tratti il ​​bulletproof coffee come un “sostituto del pasto” o un “mini-pasto” – in altre parole, se lo bevi davvero invece di fare colazione – quelle calorie extra non sono nulla di cui dovrai preoccuparti.
MA, tieni a mente: potresti voler ridurre l’assunzione di grassi negli altri pasti e assicurarti di mangiare molte più proteine, frutta e verdura per bilanciare i tuoi nutrienti per il resto della giornata.

Che dire dell’olio di trigliceridi a catena media?

L’olio MCT è prodotto a macchina per separare gli acidi grassi a catena media dal resto dell’olio (solitamente una combinazione di olio di cocco e olio di palmisti). Gli acidi grassi vengono estratti attraverso un processo industriale di “frazionamento”.

Con i vantaggi degli MCT, non c’è da stupirsi perché le persone vorrebbero averne una buona dose. Ma ci sono modi migliori per ottenere MCT? L’olio di cocco è la forma più ricca di MCT naturali, arrivando a circa il 15% del suo grasso totale. Ovviamente l’olio MCT è molto più concentrato, ma ciò non significa necessariamente che sia “più sano”.

Anche l’olio di cocco e altre fonti alimentari di MCT hanno vantaggi al di là del loro contenuto MCT, come le proprietà antimicrobiche che si trovano nell’olio di cocco.

Quindi dipende davvero dal consumatore. Alcune persone si sentono meglio quando si nutrono di cibi integrali, piuttosto che di integratori. Non c’è una risposta giusta qui, si tratta di ciò che funziona meglio per te. (7)

Il modo migliore per gustare un caffè a prova di proiettile

Se ritieni che il bulletproof coffee sia qualcosa che vuoi includere nella tua routine quotidiana, o anche se vuoi provarlo, ecco alcuni suggerimenti per mantenere le cose il più sane possibile.

Tienilo sotto le 3 tazze al giorno per goderti tutti i benefici del bere caffè ed evitarne le cadute.
Tratta il bulletproof coffee come un “sostituto del pasto” e non solo un drink insieme alla colazione.
Mangia una varietà di cibi ricchi di nutrienti e proteine ​​negli altri pasti durante la giornata.
Prendi in considerazione l’aggiunta di una quantità minore di burro e MCT per ridurre il contenuto complessivo di calorie e grassi.
Quando avvii il bulletproof coffee per la prima volta, inizia con meno grasso e aumentalo lentamente, poiché un rapido aumento dei grassi a volte può causare problemi allo stomaco. Potresti ritrovarti a correre rapidamente in bagno se inizi troppo forte.

Ricetta del bulletproof coffee

Per 1 porzione

Prepara 1 tazza di caffè biologico di alta qualità
1-2 cucchiai di olio MCT
1-2 cucchiai di burro nutrito con erba e non salato (come il burro Kerry Gold)
Indicazioni:
Unire tutti e tre gli ingredienti in un frullatore ad alta velocità per circa 20 secondi, fino a quando la bevanda assume una consistenza spumosa e spumosa. Buon caffé!

Dove fare colazione a Ischia

Ischia. Solo a sentire il nome ti raffiguri un’isola da sogno.
Sicuramente meta di villeggiatura molto ambita.

Sia come luogo per il mare, spiagge meravigliose, e stabilimenti balneari da non perdere, ma anche tantissimi luoghi d’interesse. La Baia di San Montano, quella di Sorgeto e la splendida spiaggia della Chiaia

Il Castello Aragonese fra tutti, costruito nel 474 a.C. dai Greci, una fortezza visibile con un ponte collegato all’Isola; Il Torrione di Forio utile per gli avvistamenti e gli avvisi di pericolo, simbolo di protezione per gli abitanti dell’isola. Vicino la Chiesa del Soccorso, a picco sul mare; Il Borgo di Sant’Angelo, la vita pulsante di Ischia, le case colorate e i negozi. Per non parlare del centro pedonale.

Altro da non perdere è una pausa ad assaggiare l’acqua alla sorgente delle Nitrodi e i parchi termali Poseidon e Negombo, i giardini di Afrodite e le Terme di Castiglione.

Se stai cercando consigli per un hotel a Ischia, visita il portale di ProntoIschia.it, dove puoi trovare tutte le informazioni turistiche utili sull’isola.

Ma sicuramente prima di girare l’isola o partire per una giornata in spiaggia, il primo passo come sempre è la colazione. Dove fare una colazione da re a Ischia?

Cosa Mangiano gli ischitani a colazione?

A parte la tradizione italiana e i dolci della tradizione napoletana, due su tutti sono legati alla tradizione prettamente ischitana: uno è il cornetto ischitano, e l’altro è la zeppola ischitana.

Cornetto Ischitano

Il cornetto ischitano è più di un semplice cornetto, il suo impasto doppio di pasta sfoglia e brioche rende questo dolcetto un prodotto da forno leggerissimo e gustoso rispetto al cornetto tradizionale.

Viene chiamato cornetto ape, perché il tipico aspetto bicolore è simile al corpo delle api. Può essere vuoto o farcito con crema e amarena, marmellata e cioccolato, ma anche pistacchio per chi lo ama particolarmente.

Zeppole ischitane

Sono un dolce tipico della tradizione d’Ischia, da mangiare calde, ripiene o vuote, ma sempre ricoperte di zucchero. Si trovano sia nelle pasticcerie del centro ma molti ischitani le preparano a casa con l’antica ricetta, che poche persone anziane del luogo conservano gelosamente. Un altro momento in cui gustare le zeppole ischitane è il 19 Marzo, durante la festa del papà, periodo topico in cui gustare le zeppole fritte. La particolarità di queste zeppole dolci è la presenza dell’aroma al limoncello con limoni ischitani.

I migliori posti a Ischia dove fare colazione

Il bar più importante e grande, dovrebbe essere uno dei più grandi d’Italia per estensione visto che oltre lo stabile grande a due piani ha anche un grosso giardino è il Bar Calise. La sua specialità è il cornetto ischitano, ha comunque una grossa offerta di pasticceria Napoletana e non. Il sito ufficiale non c’è in quanto dopo una gestione operata dal creatore durata quasi 50 anni è rimasto chiuso quasi 2 anni e da 1 anno lo hanno rilevato degli imprenditori napoletani ed è nuovamente a pieno regime. Molto amato dagli utenti per il buonissimo caffè e il cappuccino.

Altro bar che consigliamo è il Bar Cocò, rispetto al Calise che è centrale si trova sul mare, proprio all’inizio della stradina che porta al Castello Aragonese, esposto ad est i mattinieri vanno li per far colazione e vedere il sole sorgere. Alle spalle del bar c’è il ristorante con l’omonimo nome, stessa proprietà. Ha anche uno stabilimento balneare non annesso (a circa 1 km).

Un altro posto dove consumare una splendida colazione è il bar Monzù, situato vicino al Museo del Mare. Molto apprezzato per il gelato e il fantastico caffè. Amato anche per le consumazioni salate e il vino buonissimo.

Un posto assolutamente da consigliare è il Bar Ciccio, a piazza Antica Reggia 5. Ottimi panini, pizza e pesce; molto apprezzati brioches, gelato e cannoli. Ma anche succhi di frutta, limonata, cappuccino e caffè.

E tu, sei mai stato a visitare Ischia? Se stai facendo un pensiero di passarci qualche giorno, speriamo di averti dato i consigli giusti.

Dove fare colazione a Sorrento

Quando si sente la parola Costiera Amalfitana o Costiera Sorrentina, Sorrento è una delle località che ti vengono in mente, visivamente quasi quando pensi alla terrazza di tufo che affaccia sul golfo di Napoli. Giardini colorati di agrumi, il centro storico suggestivo e caratteristico.

“Vide ‘o mare quant’è bello
Spira tantu sentimento
Comme tu a chi tiene a mente
Ca scetato ‘o faie sunnà…”

Emblematici i versi di una canzone che ha fatto la storia della canzone napoletana, immediatamente legata a Sorrento.

Quando passi qualche giorno a Sorrento non puoi fare a meno di assaggiare il limoncello(…il profumo dei limoni, ah!), e passare almeno una volta al Vallone dei Mulini, una visita al Museo Correale, e fermarti per un po a osservare la Chiesa di San Francesco, con il monastero benedettino, e passeggiare su Corso Italia verso Piazza Tasso. Per non parlare della Basilica di Sant’Antonino, e il Duomo.

Se vuoi saperne di più su Sorrento e la Costiera Amalfitana, con consigli e itinerari da seguire, visita il portale di ilovecostiera.com

Colazione a Sorrento, cosa mangio?

Ma per girare bene, prima di iniziare una giornata di visite nella bella città della costiera, dove darti energia, dove puoi fare colazione?

Di sicuro non puoi farti mancare di assaggiare i cannoli alla sorrentina con crema al cioccolato, ricotta o crema pasticciera,e perché no? Le mitiche Melanzane alla cioccolata, con mandorle, cacao e dolcissime, molto particolari.

Ovviamente a Sorrento non mancano i dolci tipici della tradizione napoletana, come babà, sciù, bigné.

Come da tradizione, non può mancare assolutamente il re di Napoli, il caffè.

Vediamo dove puoi iniziare la giornata col piede giusto nella splendida Sorrento.

Luoghi molto amati per fare colazione a Sorrento

Bar Rita

Uno dei bar pasticceria più amati di Sorrento è il Bar Rita
Vicinissmo a Piazza Tasso, dove puoi assaggiare una colazione salata se non ami il dolce, ma anche brioches, cannoli e cornetti spettacolari, accompagnati da Limonata, Caffé e Cappuccino.
Si trova in Corso Italia, al 219.

Bar Pasticceria Fiorentino, Sant’Agata sui Golfi

In Via Nastro Azzurro 7, a Sant’Agata sui Golfi, se ti trovi a Sorrento non puoi non passare da Fiorentino.
Mousse al cioccolato senza pari, dolci squisiti; consigliatissimi gli spumoni al caffé, cioccolato e limone, le brioche sempre ottime, i cornetti e le graffe buonissime.

Panificio Nonno Paolo, Sant’Agata sui Golfi

Sempre a Sant’Agata c’è il panificio di Nonno Paolo: Dolci tipici di pasticceria da forno, ciambelle al vino, prodotti di panificazione da leccarsi i baffi, cornetti dolci e salati. Insomma chi più ne ha più ne metta.

Fauno Bar

Proprio in Piazza Tasso, fulcro centrale della vita sorrentina, c’è il Fauno Bar
Un luogo ideale per una pausa dopo una passeggiata di visite in città, adatto anche per il pranzo. Buonissimi il gelato, i cantucci e i babà al rum. Caffé, cappuccino, e succhi di frutta freschi, senza parlare del limoncello, un must a Sorrento.

Si trova proprio in piazza Torquato Tasso 13/15.

E tu, sei mai stato sulla costiera amalfitana?

Dove fare Colazione a Praga

Praga, la città delle 100 torri.

Una delle più importanti capitali dell’Europa Orientale. Chi non la ama? Una città gotica e moderna insieme, con la sua storia, la vita notturna, le vie dello shopping.

Una città magica, piena di leggende e di luoghi da visitare, come il Ponte Carlo, Il Castello, La Cattedrale di San Vito, Il Vicolo D’oro, Malà Strana(la Parte Piccola), Nove Mesto(La Città Nuova), Stare Mesto(La Città Vecchia), Il Ghetto Ebraico(Josefov), Il Klementinum con la Biblioteca Nazionale e l’architettonica Casa Danzante dedicata al Ballo di Ginger e Fred.

Ma sicuramente passeggiando per le strade di questa magica capitale orientale, ti salterà fuori la fame, o meglio, fare una bella colazione sarà la prima cosa che ti organizzerai prima di partire alla scoperta dei luoghi magici di Praga.

Cosa Mangiano a Praga a Colazione

Ma in cosa consiste la colazione tipica di Praga? Cosa mangiano a colazione i cechi?

Gli abitanti di Praga sono usuali mangiare salato a colazione, il tipico rohlik, un panino lungo con formaggio, prosciutto e salumi. La colazione non è quasi mai dolce, anche se tutti i caffè della città offrono la tipica colazione continentale, con dolci, torte, cornetti e marmellata.

Un caffè + un dolce a Praga costà quasi come da noi in Italia, intorno ai 3,90 euro.

Quali sono i posti migliori per fare colazione a Praga?

Alfredo Caffé

Molti visitatori dell’Alfredo Caffé affermano che qui vengono serviti laing ben cucinati e buone torte. Invita i tuoi amici con te per avere gustosi biscotti, crema pasticcera al cioccolato e croissant. Vieni qui e prova del buon vino o della buona birra. Ottimo americano, limonata o frullati sono tra le bevande più popolari in questo posto.

Questo posto è famoso per il suo ottimo servizio e il personale cordiale, sempre pronto ad aiutarti. Dal punto di vista degli ospiti, i prezzi sono bassi. Apprezzerai sicuramente la graziosa atmosfera e l’arredamento fantastico.

Venue

Al VENUE, i visitatori possono ordinare pollo fritto, tartine e pancetta cucinati alla perfezione. La verità è che ti piaceranno davvero i gustosi waffle all’uovo, i pancake al latticello e i toast francesi. È bello provare del buon prosecco, della birra artigianale o dello champagne. In questo posto ti godrai un ottimo cappuccino, cioccolata calda o succhi di frutta freschi.

L’atmosfera familiare di questo luogo permette agli ospiti di rilassarsi dopo una dura giornata di lavoro. Il servizio veloce e il personale ben preparato sono i suoi grandi vantaggi. Questo bar offre un’ampia scelta di piatti a prezzi adeguati. L’arredamento moderno è qui per attirare più visitatori.

Pekarna Nostress Bakery

Al Pekarna Nostress Bakery È il momento di rilassarsi e ordinare tartine, zuppe e toast all’avocado cucinati alla perfezione. La maggior parte degli ospiti consiglia di provare una gustosa torta al limone, torte al cioccolato e torta alla frutta. Se ti piace il cappuccino, ordinalo da PEKÁRNA Nostress Bakery, è uno dei più buoni di Praga.

La maggior parte degli utenti afferma che il personale è fantastico. Il buon servizio è un grande vantaggio in questa splendida bakery. C’è un’atmosfera piacevole e un arredamento fantastico.

Mansson’s bar

Situato nel quartiere ebraico, in una strada laterale accanto all’imponente Intercontinental Hotel, si trova la Mansson Bakery; un segnale di benvenuto per gli amanti dei soffici pani bianchi e delle genuine varietà scure e una gradita alternativa al pesante pane in stile ceco carico di segale (che è piuttosto gustoso, ma la varietà è il sale della vita). Oltre al solo pane, puoi trovare anche offerte dolci per iniziare bene la giornata, insalate fresche croccanti, deliziosi panini e altro ancora. L’interno accogliente offre posti a sedere in un bar, perfetti per gustare un trattamento dolce o salato con una tazza di caffè. Mansson Bakery è il punto di sosta perfetto durante i tour o gli affari nell’area Josefov della Città Vecchia, gli interni accoglienti, i piatti deliziosi e il personale cordiale ti attireranno ancora e ancora. Avviato da una coppia danese, il panificio è diventato rapidamente un dolce successo e fornisce persino numerosi ristoranti di lusso a Praga con varietà di pane che vengono spesso offerte in piccoli cestini all’inizio di un pasto delizioso (i panini piccoli non sono disponibili nel panificio, solo pagnotte intere o mezze più grandi). Cerca Mansson per il tuo pane quotidiano o per una più ampia varietà di prodotti da forno per soddisfare la tua prossima funzione sociale o per soddisfare le tue esigenze di massa. La Mansson Bakery è famosa soprattutto per il suo pane di segale scuro, ricoperto di semi di sesamo croccanti; è una versione leggera e gommosa del tradizionale pane scandinavo.

Un dolce da non perdere a Praga: Trdlno o Trdlnik!

Trdelnik è una delle specialità culinarie di Praga. Originario della città di Skalica in Slovacchia e importato a Praga dalla comunità slovacca, il Trdelnik consiste in una pasta brioche avvolta attorno a un cilindro di legno, poi tostata con la brace e ricoperta di zucchero e nocciole tritate. Questo gli conferisce la sua caratteristica forma cilindrica: dorata fuori, pallida dentro! Non puoi tornare da Praga senza averlo assaggiato!